Home » In Primo Piano » ANCHE FRA PRIVATI FATTURAZIONE ELETTRONICA: INTERESSANTI INCENTIVI

ANCHE FRA PRIVATI FATTURAZIONE ELETTRONICA: INTERESSANTI INCENTIVI

Roma, 15 Aprile 2015 – All’esame del Consiglio dei Ministri di Lunedì 21 Aprile la possibilità di incentivi per favorire l’adozione della fatturazione elettronica anche fra privati, andando incontro, almeno in parte, alle richieste di artigiani e imprese.  Chi abbandonerà il supporto cartaceo sarà premiato con un “pacchetto” di semplificazioni , ulteriormente implementate per le imprese più piccole, e con la concessione di  una corsia preferenziale per i rimborsi IVA, che sarebbero garantiti entro tre mesi dalla dichiarazione annuale.

La principale novità per quanto riguarda le semplificazioni riguarderebbe l’abbandono dello spesometro e dell’obbligo di certificazione fiscale dei corrispettivi.

Inoltre, l’adesione al regime della fattura elettronica darebbe la garanzia generalizzata di ottenere il rimborso IVA  entro tre mesi dalla dichiarazione annuale,  risolvendo uno dei problemi strutturali per la liquidità delle imprese.

Infine, il termine per accertamenti e verifiche si ridurrebbe da quattro a tre anni.

Il direttore di Federpreziosi Confcommercio Steven Tranquilli auspica che “in questo contesto venga posta attenzione anche al tema del limite all’utilizzo dei contanti e all’opportunità di innalzamento della soglia imposta nel nostro Paese: un tema che  la stampa  ha più volte anche recentemente  riproposto alla luce di dati e valutazioni fattuali e di pareri positivi espressi da rappresentanti del Governo, ultimo, in termini di tempo, quello del ministro Dario Franceschini”.

La sezione Norme & Tributi dell’odierna edizione de Il Sole-24 Ore fornisce un’esaustiva disamina dell’argomento.

Scarica il Pdf

Powered by Rodolfo Bartucca