Home » appunti » 107/2024 |APPUNTI DEL GIORNO|

107/2024 |APPUNTI DEL GIORNO|

Stamane le quotazioni dell’oro sono sostanzialmente invariate rispetto alla giornata di ieri. Attualmente è scambiato a 69,42 euro al grammo pari a 2314,24 dollari l’oncia.

Maggio: inflazione – A maggio del 2023 l’inflazione superava il 7 per cento, mentre per il mese di maggio di quest’anno l’Istat ha confermato un aumento dell’inflazione dello 0,2% su base mensile e dello 0,8% su base annua. La dinamica su base annua dei prezzi del “carrello della spesa” continua la sua discesa (+1,8% da +2,3%), come anche l’inflazione di fondo, che si attesta a +2,0% (da +2,1%). Si sente, insomma, lo stridere dei freni, dopo una accelerazione che sembrava senza fine.

Concordato preventivo biennale: definita la metodologia – Dai 20.129 euro delle attività di commercio al dettaglio e riparazione di orologi e gioielli sino ad arrivare, almeno per quanto riguarda il nostro comparto, ai 21.108 euro per le attività di commercio all’ingrosso di orologi e gioielleria: al di sotto di questi redditi minimi niente patto col fisco.
Con il Decreto del Ministero dell’economia e delle Finanze del 14 giugno 2024 – pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.139 il giorno successivo ed avente ad oggetto l’approvazione della metodologia relativa al concordato preventivo biennale – sono stati definiti i valori minimi settoriali al di sotto del quale l’eventuale proposta del fisco non può andare attestandosi quindi a tale valore prestabilito. Come chiaramente indicato anche nell’allegato al decreto ministeriale che riporta le specifiche tecniche del calcolo della proposta, oltre alle rettifiche derivanti da eventuali “insufficienze” agli indicatori ISA, allo storico reddituale triennale del contribuente e alla rivalutazione con proiezioni macroeconomiche, il reddito proposto ai potenziali interessati al patto deve fare i conti anche con i valori di riferimento minimi settoriali.

Vicenzaoro: a settembre solo qualche “trasloco” – Inizia il conto alla rovescia per una Vicenzaoro September – dal 6 al 10 settembre nel quartiere espositivo vicentino – nuovamente sold out. “Demoliti i padiglioni 2 e 5 al centro del quartiere – annuncia il Global Exhibition Manager Jewellery&Fashion di IEG-Italian Exhibition Group, Matteo Farsurail salone internazionale della gioiellieria e oreficeria guarda al futuro. Il rispetto del cronoprogramma ripagherà lo sforzo congiunto di tutti gli stakeholders di IEG con una chiara visione strategica su Vicenzaoro sul podio delle manifestazioni globali, forte dei suoi 70 anni di storia. Da quella di settembre e sino all’edizione del gennaio 2026, tre padiglioni temporanei garantiranno la continuità di tutti i settori, con lo stesso numero di espositori, in attesa del padiglione da 22 mila metri quadri progettato dallo studio Gmp di Amburgo”. A settembre 2024 tornerà, dal 6 all’8, nel foyer (8.1) anche VO’Clock Privé, accessibile all’intero pubblico di appassionati di segnatempo e cultura delle lancette.
Come sarà il layout per questa edizione? La community “Creation” ospiterà i produttori di oreficeria nel padiglione temporaneo 4A, accanto al padiglione 4. Semilavorati e gioielleria (in passato nei padiglioni 2 e 5) saranno nel temporaneo 7A, connesso al padiglione 7. Le aziende di packaging di “Expression” nella “Temporary Hall” 10 con ingresso indipendente e collegata ai padiglioni 1 e 3. Verrà aperto anche il padiglione 3.2 con 300 metri quadri dedicati in larga parte ai diamanti “lab grown”. La vendita sul pronto sarà al Palakiss. L’offerta internazionale e le gemme sciolte troveranno posto nei consueti padiglioni 3.1 e 3. Mentre nel padiglione 1, gli operatori b2b completano la loro vetrina con l’orologeria contemporanea della community “Time”.

Tecnologia: non si finisce mai di imparare – Segnaliamo il nuovo approfondimento “La tecnologia nei negozi. Una guida per orientarsi”, pubblicato sul sito Le Bussole – Idee per chi fa impresa.
Sebbene la tecnologia informatica sia uno strumento indispensabile per le attività commerciali in quanto consente di essere più efficienti, più visibili e di migliorare la qualità del servizio offerto, una delle barriere ad adottarla da parte delle piccole e medie attività commerciali rimane la scarsa conoscenza di queste tecnologie da parte degli imprenditori. Tutto questo va ad aggiungersi a quanto già scritto nel libro “Il negozio nell’era di Internet”. Nell’approfondimento vengono presentate un ampio numero di tecnologie informatiche adatte a un’attività commerciale. Le soluzioni analizzate e presentate sotto forma di schede per facilitarne la consultazione sono: Profilo dell’attività su Google, Canale online proprio, Customer Relationship Management (CRM), Software di marketing multicanale, Agenda online per la prenotazione, Quick Response Code (QR Code), Vendita online, Digital signage, Etichette interattive e smart label, Soft POS, Data analytics, Cassa automatica e self scanning, Prova virtuale e camerini smart, Intelligenza artificiale e intelligenza artificiale generativa. Alcune di queste saranno anche riprese in successivi approfondimenti delle Bussole.
Non è, ovviamente, un elenco esaustivo ma costituisce un buon punto di partenza per un imprenditore del commercio che voglia valutarsi sui temi del digitale e rafforzarsi grazie ad esso.

107/2024 |APPUNTI DEL GIORNO| Martedì 18 Giugno 2024 – S. Gregorio Barbarigo

leggi anche

119/2024 |APPUNTI DEL GIORNO|

Avvio in rialzo per l’oro. Stamane la quotazione spot è pari a 70,52 euro al …

Powered by Rodolfo Bartucca