Home » home » A Vicenzaoro Fall 2012, la prima tappa del ciclo di workshop organizzato da Federpreziosi sull’innovazione nel retail.

A Vicenzaoro Fall 2012, la prima tappa del ciclo di workshop organizzato da Federpreziosi sull’innovazione nel retail.

Un incontro con gli esperti del settore dedicato ai dettaglianti orafi aiuta a capire come dare stimoli e nuova energia all’impresa, ‘attrezzi’ indispensabili per affrontare il cambiamento.

Vicenza, 9 Settembre 2012 – Esempi di punti vendita orafi ad alta produzione di valore sono presenti in giro per il mondo; ma i punti vendita italiani sono in grado di fare subito il “salto” o devono necessariamente procedere per passi progressivi?
A questa domanda hanno cercato di rispondere i relatori del workshop “L’innovazione nel retail. Come governare il cambiamento e trarne vantaggio” organizzato da Federpreziosi in collaborazione con Fiera di Vicenza lo scorso 9 Settembre in occasione di VicenzaOro Fall 2012. La conoscenza approfondita della propria impresa  attraverso uno sforzo di autoanalisi  è – a giudizio dei relatori – il primo indispensabile passo per rispondere alla contrazione delle vendite e affrontare i cambiamenti del mercato. Un vero è proprio ‘tagliando’ che, per l’azienda, dovrebbe tradursi in un costante processo di monitoraggio per approfondire le politiche di servizio, di posizionamento, di strategia distributiva, di marketing, di comunicazione e di relazione con il cliente, in essere o da sviluppare. Una sfida che coinvolge inevitabilmente ogni livello dell’impresa, chiamata a rispondere ai cambiamenti di richieste dei consumatori governati da ritmi sempre più spinti.
Le riflessioni partono dall’utilizzo della rete e dalle opportunità che essa offre alle imprese e alle loro associazioni, tema affrontato da Massimo Cicala, Vicepresidente dell’Associazione Orafi di Genova e da Rodolfo Bartucca, curatore del sito di Federpreziosi,  con uno sguardo ai risultati delle ricerca condotta all’inizio dell’anno da Federdettaglianti (ora Federpreziosi)  sull’atteggiamento nei confronti delle tecnologie informatiche e dell’ e-commerce da parte delle aziende orafe fino alla presentazione del progetto www.outletprezioso.it. Daniela Saibene, consulente e docente di tecniche di comunicazione, ha quindi affrontato una lettura dell’attuale contesto distributivo orafo evidenziandone i punti chiave seguita da Leonardo Cilia, formatore e consulente nelle aree di marketing e vendita, che ha focalizzato l’attenzione sull’importanza delle ricerche, intese come capacità di individuare i comportamenti dei propri consumatori e analisi specifiche dei potenziali clienti dell’area del punto vendita, quale strumento essenziale per supportare le decisioni strategiche relative a offerta e comunicazione nei confronti del cliente. Piero De Stefano, gioielliere e gemmologo di grande esperienza, Primo Console dell’Università e Nobil Collegio degli Orefici e degli Argentieri dell’Alma città di Roma,  nonché autore di numerose pubblicazioni nel settore, ha guidato un incontro-dibattito sullo stato di salute della formazione dedicata al settore. A chiudere il workshop, alcune considerazioni mirate e pratiche sull’importanza dell’illuminazione per le gioiellerie, a cura di Luca Fiaccadori, retail designer.

L’appuntamento di Vicenza è il primo di una serie di workshop che verranno organizzati periodicamente sull’intero territorio nazionale.

leggi anche

UNIAMO GIOIELLI, ARTE ED ALTRI AMORI

  E’ l’ultima (almeno qua in Italia) strategia di co-marketing, anche chiamato “marketing partnership”. Definisce …

Powered by Rodolfo Bartucca