Home » In Primo Piano » ANTIRICICLAGGIO: LAVORI IN CORSO PER LA IV DIRETTIVA EUROPEA

ANTIRICICLAGGIO: LAVORI IN CORSO PER LA IV DIRETTIVA EUROPEA

Martedì 27 Gennaio 2015 al Parlamento europeo le commissioni LIBE (Libertà civili, giustizia e affari interni) ed ECON (Affari  economici e monetari), in seduta comune, hanno approvato il testo di compromesso presentato dal Consiglio UE che, per quanto riguarda i pagamenti in contanti, prevede che la soglia massima a livello europeo venga fissata in 10.000 Euro: inferiore, quindi, ai 15.000 Euro attualmente in vigore, ma superiore ai 7.500 Euro proposti da Commissione e Parlamento europeo.

Rimane inalterata la possibilità per gli Stati Membri di abbassare ulteriormente tale limite in base all’articolo 5 della IV Direttiva europea antiriciclaggio che indica: “Gli Stati membri possono adottare o mantenere in vigore disposizioni più rigorose nel settore oggetto della presente direttiva, per evitare il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo secondo quanto previsto dalle normative comunitarie”.  Per la soppressione di tale facoltà, per altro,  già nel 2013 Confcommercio, anche su sollecitazione di Federpreziosi, ha avanzato proposta di emendamento.

Nella sua versione attuale la direttiva dovrebbe essere definitivamente approvata nel periodo Marzo-Aprile dal Parlamento UE in seduta comune e, immediatamente dopo, dal Consiglio.

leggi anche

DDL STABILITA’: MARINELLO, EMENDAMENTI PER ALZARE SOGLIA USO CONTANTE

12 dicembre  – “Il rilancio dei consumi e del Pil stesso passa anche attraverso l’aumento della …

Powered by Rodolfo Bartucca