Home » In Primo Piano » E’ IL MOMENTO DELL’INTELLIGENZA

E’ IL MOMENTO DELL’INTELLIGENZA

Cari amici e colleghi,

da imprenditore come voi mi piacerebbe poter dare a questo momento di ‘crisi’ epocale quel significato dalla sfumatura rassicurante che gli antichi Greci avevano originariamente attribuito al termine: ovvero ‘punto di svolta’.

E se il dato certo è che si tratterà di una svolta radicale per noi tutti, purtroppo oltre alle difficoltà future, per molti di noi non mancano le difficoltà contingenti.

In questi giorni siamo in quotidiano contatto con i nostri associati e ci stiamo impegnando al massimo per fornire a tutti – sia con comunicati diffusi all’intera categoria – sia rispondendo a specifiche richieste -,   supporto e chiarimenti per interpretare le direttive e per tutelare il nostro settore pur in un contesto in cui i provvedimenti si susseguono incessantemente.

Ma siamo imprenditori e sono certo che tutti disponiamo di capacità e competenze per comprendere quanto ora siano importanti lo sforzo di tutti e la massima responsabilità per evitare di mettere in ulteriore difficoltà il sistema Paese. Ci stiamo muovendo uniti attenendoci alle linee di Confcommercio Imprese per l’Italia che ha, tra l’altro, l’importante e oneroso compito di individuare le priorità di intervento. Tra queste, una significativa iniezione di liquidità per tutte le imprese che vada molto oltre a quanto fin qui stanziato dal Governo, come ha avuto modo di sottolineare la Vicepresidente Donatella Prampolini nel suo intervento alla trasmissione Porta a Porta di ieri sera, 25 Marzo, facendosi portavoce con grande energia e chiarezza della situazione di tutte le imprese associate e impegnata in prima linea perché “ogni saracinesca possa riaprirsi ed ogni posto di lavoro possa essere salvato”, passato questo momento. Si tratta tuttavia di una stima, quella relativa all’entità degli stanziamenti necessari che non è ancora possibile fare, per ovvie ragioni, e che andrà di pari passo con i tempi previsti per la riapertura delle attività, che si prospettano ben più lunghi di quanto si riteneva solo qualche giorno addietro.

Tutti noi sappiamo che nell’articolato sistema delle imprese sia produttive sia commerciali, non tutte le categorie sono colpite nel medesimo modo e con il medesimo impatto. Mi aspetto quindi un grande impegno da parte di tutti i nostri associati nel mostrare compattezza e comprensione del contesto, che oggi significa agire nei tempi corretti per il bene di noi tutti. Solo in questo modo è possibile evitare il rischio di avanzare richieste che potrebbero poi scontrarsi con norme che pongono vincoli e ulteriori criticità per le nostre aziende.

Non c’è tempo per teoriche speculazioni, ma è innegabile che un cambio di prospettiva sia necessario. Per riflettere, ad esempio, su come il concetto di crisi di filiera si stia ampliando e su come avrà ripercussioni, nel nostro caso, in ogni singolo aspetto della quotidianità lavorativa e del modo di relazionarci con l’associazione.

Il modo in cui sapremo reagire nei prossimi giorni sarà decisivo per le nostre attività, i nostri dipendenti, le nostre famiglie. Tutti noi di Federpreziosi Confcommercio stiamo profondendo le massime energie per mettere in campo le più efficaci soluzioni e abbiamo bisogno di orientare al meglio, contando sulla comprensione di tutti, le nostre risorse, umane e di tempo: abbiamo bisogno di seguire da vicino l’evoluzione ed entrare nel merito di quelli che sono i pro e i contro delle disposizioni emanate e porre le istanze in modo che possano avere la massima possibilità di accoglimento e non esprimano esigenze in alcun modo contestabili. Siamo perfettamente coscienti del valore che rappresenta il nostro settore per l’intero Paese ed è proprio per questo che le proposte di intervento che presenteremo dovranno essere recepite al meglio.

E’ il momento di assumerci le nostre responsabilità. Noi ci siamo. Siamo al vostro fianco. Al lavoro per garantire la massima tutela delle vostre imprese.

Giuseppe Aquilino
Presidente Federpreziosi Confcommercio

Roma, 26 Marzo 2020

leggi anche

CORONAVIRUS: IL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE AQUILINO AI COLLEGHI

Cari amici, cari colleghi, abbiamo dovuto chiudere le nostre gioiellerie, una parte importante della nostra …

Powered by Rodolfo Bartucca