Home » appunti » n. 101/2022 |APPUNTI DEL GIORNO|

n. 101/2022 |APPUNTI DEL GIORNO|

Quotazioni dell’oro sostanzialmente stabili. Attualmente è valutato a 1.836,25 dollari l’oncia pari a 55,03 euro al g.

Economia italiana: in bilico tra inflazione e segnali positivi – Il Governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, nel tradizionale discorso di fine maggio a corredo del Rapporto annuale della Banca d’Italia ha sollecitato ad evitare “una vana rincorsa fra prezzi e salari” a fronte all’aumento dell’inflazione, sollecitando opportuni “interventi di bilancio di natura temporanea e calibrati con attenzione alle finanze pubbliche”. L’Istat nei dati preliminari relativi a Pil e inflazione a maggio 2022, diffusi quasi in contemporanea alla relazione di Banca d’Italia, ci informa che l’inflazione, dopo il rallentamento di aprile, torna ad accelerare a maggio e sale a un livello che non si registrava da marzo 1986 (quando fu pari a +7,0%), mentre il Pil è in aumento dello 0,1% e del +6,2% nei confronti del primo trimestre del 2021, in linea con le più recenti stime del ministero dell’Economia e porta al 2,6% la crescita acquisita per il 2022. A giudizio del Governatore “i progressi compiuti, per quanto parziali, indicano che l’economia italiana ha la possibilità di superare le debolezze che ne rallentano lo sviluppo, per interrompere il ristagno della produttività, contrastare l’effetto delle tendenze demografiche sull’offerta di lavoro, ridurre il peso del debito pubblico, salito in misura considerevole con la crisi pandemica. Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza costituisce uno strumento decisivo per affrontare con successo questa sfida. Il Piano, di dimensioni finanziarie importanti, segna una netta discontinuità nella definizione delle politiche economiche”. Intanto, secondo i dati (stat, nel primo trimestre dell’anno la spesa delle famiglie ha registrato una diminuzione in termini congiunturali dello 0,9%. In particolare gli acquisti di beni durevoli sono cresciuti del 2,7% e quelli dei beni semidurevoli del 2,4%. Per contro, i consumi in beni non durevoli sono diminuiti dell’i% e quelli di servizi del 2%. Non tarda ad arrivare il commento dell’Ufficio Studi di Confcommercio in cui si sottolinea come, dopo il rallentamento di aprile dovuto a interventi fiscali, i prezzi al consumo sono tornati a registrare una decisa crescita a maggio (+6,9% tendenziale), leggermente superiore alle nostre stime (+6,6%). Prosegue la diffusione degli impulsi ai vari segmenti del consumo finale, originati dai maggiori costi delle importazioni delle materie prime, soprattutto energetiche. Di conseguenza, è in decisa accelerazione l’inflazione di fondo (+3,3% su base annua), il che comporta un serio pericolo per le prospettive di recupero per la restante parte dell’anno.

Tempo svizzero stabile tendente al bello – Seppur con qualche incertezza, in attesa di stabilità, l’export di orologi Swiss Made continua la sua crescita soprattutto nell’alta gamma. Lo comunica la Fédération de l’Industrie Horlogère Suisse nei dati diffusi ieri. Nel mese di aprile l’export di orologi dalla Svizzera è salito del 7,3% annuo attestandosi a 1,92 miliardi di franchi (1,86 miliardi di euro). Il dato, sebbene positivo, segna un sensibile rallentamento rispetto all’11,8% di marzo (e al rimbalzo del 24,4% di febbraio) a causa soprattutto dell’impatto delle restrizioni poste in essere dal governo cinese per arginare la recrudescenza dei contagi da Covid-19. Gli Stati Uniti si confermano il primo mercato di riferimento e seconda piazza Hong Kong che, a causa delle note restrizioni alla mobilità, segna una contrazione dell’import del 21,1% annuo, contro il rimbalzo del 37 % degli Usa mentre l’Europa riprende un +16 % grazie ai cinque mercati di riferimento: Regno Unito +21,2%, Germania +13,2%, Francia +48,6%, Italia +25,5% e Spagna +25,6%. Per fasce di prezzo sono scesi notevolmente in termini di volume di esportazioni (-28%) i segnatempo compresi nella fascia tra i 200 e i 500 franchi. Stabili quelli compresi tra i 500 e i 3000 franchi mentre continuano la loro ascesa gli orologi nella fascia oltre i 3,000 franchi (+11,5%) a riprova della tendenza già positiva del primo trimestre in cui si era registrato un + 16,8%.

Spille: mai più senza – Tornano sulle passerelle della moda che per parecchio tempo li avevano dimenticati quelli che in realtà sono accessori preziosi molto versatili: le spille. Oltre che oggetti davvero affascinanti sono capaci di trasmettere messaggi attraverso i loro motivi simbolici. Abbiamo ricordato proprio in questi Appunti come “signore” di grande potere — da Madeleine Albright, l’ex-Segretaria di Stato USA a Elvira Nabiullina governatore della Banca di Russia, alla stessa regina d’Inghilterra Elisabetta II — ne abbiano fatto silenziosi segnali per i loro interlocutori anche in importanti colloqui. Bastano un poco di gusto e di fantasia per creare abbinamenti inediti e trasformare questi gioielli così di moda ai tempi delle nostre nonne e delle nostre mamme in accessori inconsueti. Oltre che indossate tradizionalmente sui revers delle giacche, possono essere perfette per rendere importante una cintura a fascia alta, sottolineare una scollatura a “v”, come fermezza per la sciarpa, per personalizzare una borsetta da sera, sui cappotti e, perché no se lo stile personale lo consente, sull’acconciatura raccolta di una sposa.

n. 101/2022 |APPUNTI DEL GIORNO| Mercoledì 1 Giugno 2022 — S. Giustino

leggi anche

n. 103/2022 |APPUNTI DEL GIORNO|

Prezzo dell’oro in lieve crescita sui mercati. 11 metallo con consegna immediata è pari a …

Powered by Rodolfo Bartucca