Home » appunti » n. 211/2022 |APPUNTI DEL GIORNO|

n. 211/2022 |APPUNTI DEL GIORNO|

Stamane il lingotto con consegna immediata è quotato a 1.804,05 dollari l’oncia pari a 54,43 euro al g.

All’Argentina una coppa tutta italiana – Alzi la mano chi è a conoscenza che la Coppa del Mondo sollevata domenica scorsa dal centrocampista argentino Leo Messi, oltre ad essere realizzata in oro a titolo 750/000 per un peso di oltre 6 kilogrammi, è stata ideata e disegnata dall’orafo e scultore italiano Silvio Cazzaniga. È stata “rimessa in sesto”, alla fine del quadriennio che separa ogni campionato del mondo, da un’azienda di Paderno Dugnano in provincia di Milano che produce le copie conformi in bronzo che ogni squadra annovera tra i propri trofei.

POS: due richieste di Confcommercio – Governo ancora al lavoro sulle norme per i pagamenti con carte di credito. Salta in ogni caso il tetto contante: è soppresso il limite di 60 euro entro il quale gli esercenti potevano rifiutare transazioni con bancomat e carte. Si lavora al maxi-emendamento alla manovra, che contiene una norma intesa alla costituzione di un fondo anche di concerto con le banche per mettere in campo ristori per i commercianti: il sistema dovrebbe essere quello dei crediti di imposta. L’obiettivo del Governo è di andare incontro alle categorie più svantaggiate nel pieno rispetto degli obiettivi del Pnrr per la lotta all’evasione. In sostanza si prevede di costituire un fondo realizzato con i contributi di solidarietà versati dalle banche e calcolati sulla soglia eccedente la commissione bancaria sul pos ritenuta congrua e definita con un decreto che stabilirà anche le modalità di ristoro. La misura è a favore delle transazioni di importi bassi per le attività commerciali con ricavi inferiori a 400.000 euro. Da Confcommercio arrivano intanto “due richieste al Governo: un tavolo di confronto sulla modernizzazione del sistema dei pagamenti e il potenziamento del credito di imposta del 30% a valere sul monte commissioni pagato dagli esercenti”.

Carlo Barducci, trent’anni fa – Come non ricordare quel pomeriggio di trent’anni fa quando nella sua gioielleria nel centro di Firenze una banda di rapinatori assalì Carlo Barducci, 57 anni, allora Presidente dell’Associazione Orafi di Firenze e Vicepresidente Vicario della Federdettaglianti Orafi, quella che nel 2012 sarebbe diventata Federpreziosi. Non ebbe alcuna esitazione a reagire mettendo a repentaglio la propria vita per salvaguardare i suoi collaboratori e quello che era da sempre il suo lavoro. La reazione dei rapinatori gli recise l’arteria femorale e il ritardo dei soccorsi, che non riuscirono a farsi largo tra la folla in una domenica dedita allo shopping natalizio, gli fu fatale. Era il 20 dicembre del 1992. Per il suo coraggioso gesto fu insignito con la Medaglia d’Oro al valor civile. Chi scrive ebbe la fortuna di condividere un’intensa collaborazione e ne ricorda le doti umane, associative — fu precursore, ironia della sorte, delle interlocuzioni con le Prefetture in materia di prevenzione – così come la sua signorilità e, in un’epoca in cui le comunicazioni avvenivano esclusivamente via cavo, la concitazione di quelle ore tra i colleghi che seppero della tragedia e l’enorme folla commossa che partecipò alle esequie. Oggi, in occasione del trentennale della sua morte, il quotidiano La Nazione ci informa che – su intervento della moglie Teresa e del figlio Lorenzo, che hanno mantenuto viva la sua memoria – il Comune ha avviato l’iter per apporre una targa commemorativa in onore di Carlo Barducci sulla facciata del palazzo di via Strozzi che una volta ospitava la gioielleria di famiglia e dove avvenne la tragedia.

Esaurite le Bentley accessoriate “tutto oro” – Capita spesso di sfogliare riviste specializzate che nelle pagine centrali pubblicano prove di auto dalle prestazioni mirabolanti, dall’estetica avvincente o dalle caratteristiche utili alla nostra quotidianità. Insomma, ognuno di noi è alla ricerca della vettura ideale. Nei giorni scorsi al nostro occhio, oramai allenato alla ricerca di informazioni attinenti al nostro variegato settore, non poteva sfuggire la notizia di una Bentley che nel suo abitacolo sfoggerà accessori realizzati con ben 210 grammi di prezioso metallo giallo. Per chi opera nel settore il conto è presto fatto. Ma al di là del valore o se volete dell’opulenza da ostentare, il costruttore d’oltremanica dichiara “Tutto l’oro utilizzato è di provenienza sostenibile e viene completamente riciclato da vecchi gioielli, macinato in una polvere fine necessaria per poi effettuare la tecnica di stampa 3D”. Se siete interessati, il costo (franco concessionario) è pari a 1,65 milioni di sterline, ovviamente tasse e accessori esclusi. Chissà se, al pari di segnatempo noti, vi è la possibilità di lasciare presso i concessionari il proprio nominativo ovvero la propria “manifestazione d’interesse”, visto che al momento i modelli disponibili sono andati “a ruba”. Sigh!!

Dalla foresta del Casentino preziose ispirazioni – Dal 23 dicembre al 6 gennaio 2023 al Museo Diocesano di Arte Sacra di Arezzo-MuDAS saranno in mostra gli elaborati orafi realizzati dagli allievi del master post-laurea dell’Università di Arezzo Siena dedicato al gioiello. L’esposizione, dal titolo “Mirabilis Silva, un pregiato sentiero tra le gioie della foresta”, sarà inaugurata il 23 dicembre alle ore 11 nella sede di piazza Duomo. La mostra di elaborati espone creazioni, gioielli e parure, che traggono ispirazione dalle foreste del Casentino e sono opera degli studenti del Master in Storia, Design e Marketing del Gioiello.

n. 211/2022 |APPUNTI DEL GIORNO| Martedì 20 Dicembre 2022 – S. Liberato

leggi anche

n. 210/2022 |APPUNTI DEL GIORNO|

Prezzo dell’oro poco mosso questa mattina sui mercati delle materie prime: il metallo prezioso con …

Powered by Rodolfo Bartucca