Home » appunti » n.56/2022 |APPUNTI DEL GIORNO|

n.56/2022 |APPUNTI DEL GIORNO|

Sfogliando i quotidiani di stamane ci siamo soffermati su quanto scritto da Diego Tamone nel suo articolo “A Ginevra è tornato l’effetto meraviglia” pubblicato dal Corriere della Sera a proposito di Watch & Wonders in corso di svolgimento. “Uno scenario vibrante la cui effervescenza si è naturalmente manifestata anche e soprattutto attraverso il prodotto. Tornato a dar sfoggio di creatività, innovazione e persino di opulenza dopo la parentesi di ordinarietà imposta da un biennio tribolato, impostato in modalità conservativa. A Ginevra si è ripalesato insomma l’effetto meraviglia, componente emozionale che tanto gioca nel successo di quelle piccole ma affascinanti macchine del tempo chiamate orologi. Generato da interpretazioni audaci dal punto di vista tecnico, meccanico e artistico, frutto di investimenti in termini di ricerca e sviluppo da capogiro. Opportunamente perfezionate attraverso materiali d’avanguardia o mestieri d’arte patrimonio della tradizione per alimentare con il loro fluir un autentico periodo d’oro, rinascimento contemporaneo dell’alta orologeria”. Lunga vita all’orologeria …

COVID: le nuove regole – Ieri primo giorno di allentamento delle misure anti Covid. Le precauzioni principali rimangono intatte. Soprattutto l’uso della mascherina il cui utilizzo nei luoghi chiusi è previsto sino a fine mese. Nel frattempo la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome ha trasmesso al Ministro della salute una versione aggiornata – stilata in coerenza con l’attuale scenario epidemiologico e con i recenti provvedimenti adottati dal Governo – delle linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali, ai fini dell’adozione dell’ordinanza del Ministeriale. In attesa che queste siano formalmente adottate con Ordinanza del Ministro della Salute, anticipiamo il contenuto, che come le precedenti, si articolano in una parte generale e in specifici approfondimenti dedicati alle diverse tipologie di attività: in sintesi, in generale, rimane la necessità di predisporre un’adeguata informazione alla clientela sulle misure di prevenzione da rispettare, includendo indicazioni sulla capienza massima dei locali, comprensibile anche a utenti di altra nazionalità. Va utilizzata correttamente la mascherina a protezione delle vie respiratorie in tutti gli ambienti chiusi e, in caso di assembramento, anche all’aperto, ove previsto dalla normativa statale vigente. Dovranno essere messe a disposizione, all’ingresso e in più punti dei locali, soluzioni, al fine di favorire l’igienizzazione frequente delle mani da parte degli utenti. Va effettuata una frequente igienizzazione di tutti gli ambienti, con particolare attenzione alle aree comuni e alle superfici toccate con maggiore frequenza. Ricambio d’aria naturale o attraverso impianti meccanizzati negli ambienti chiusi (es. mantenendo aperte, a meno che le condizioni meteorologiche o altre situazioni di necessità non lo impediscano, porte, finestre e vetrate). In ragione dell’affollamento e del tempo di permanenza degli occupanti, dovrà essere verificata l’efficacia degli impianti al fine di garantire l’adeguatezza delle portate di aria. Per gli impianti di condizionamento, è obbligatorio escludere totalmente la funzione di ricircolo dell’aria, ad eccezione dei casi di assoluta e immodificabile impossibilità di adeguamento degli impianti, per i quali devono essere previste misure alternative di contenimento del contagio. Se tecnicamente possibile, va aumentata la capacità filtrante, sostituendo i filtri esistenti con altri di classe superiore, garantendo il mantenimento delle portate. In ogni caso, si raccomanda il potenziamento nella maggior misura possibile dell’areazione dei locali per favorire il ricambio dell’aria e la costante manutenzione degli apparati previsti allo scopo.

In particolare per il commercio è necessario:

• prevedere regole di accesso, in base alle caratteristiche dei singoli esercizi, in modo da evitare code e assembramenti di persone e assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra i clienti, ad eccezione delle persone che in base alle disposizioni vigenti non sono soggette al distanziamento interpersonale: questo ultimo aspetto tocca alla responsabilità individuale;

• nel caso di acquisti con scelta in autonomia e manipolazione del prodotto da parte del cliente, dovrà essere resa obbligatoria la disinfezione delle mani prima della manipolazione della merce;

• favorire modalità di pagamento elettroniche. Lo scenario epidemiologico sarà oggetto di un attento monitoraggio, che potrà determinare una rimodulazione delle misure indicate, anche in senso più restrittivo, in relazione alla possibilità di nuove ondate dell’epidemia. Ci riserviamo di trasmettere nei prossimi numeri degli “Appunti” gli estremi dell’ordinanza che sarà adottata dal Ministro della Salute e di approfondire l’argomento tramite nota circolare Federpreziosi.

Rinvio adempimenti Agenzia delle Entrate

A seguito del rallentamento dei servizi e dei collegamenti telematici e telefonici dello scorso 30 e 31 marzo dell’Agenzia delle Entrate, è stato emanato ieri 1° aprile il provvedimento che prevede lo slittamento di adempimenti e prescrizioni in scadenza fino al decimo giorno successivo alla data in cui viene pubblicato il provvedimento stesso.

n.56/2022 |APPUNTI DEL GIORNO| Sabato 2 Aprile 2022 — S. Francesco di Paola

leggi anche

n. 67/2022 |APPUNTI DEL GIORNO|

Oro in lieve rialzo sui mercati asiatici a 1.975,41 dollari l’oncia. Attualmente nelle borse europee …

Powered by Rodolfo Bartucca