Home » appunti » n. 83/2022 |APPUNTI DEL GIORNO|

n. 83/2022 |APPUNTI DEL GIORNO|

Quotazioni dell’oro stamane sui mercati in calo a 1869,87 pari a 57,15 euro al g.

Vendite al dettaglio in marzo secondo l’ISTAT – A marzo 2022 si stima un calo congiunturale per le vendite al dettaglio dello 0,5% in valore e dello 0,6% in volume. Lo rileva l’Istat sottolineando che su base tendenziale le vendite al dettaglio aumentano del 5,6% in valore e del 2,5% in volume. Il valore delle vendite al dettaglio su marzo 2021 cresce per la grande distribuzione (+4,6%) e le imprese operanti su piccole superfici (+7,7%), mentre è in calo il commercio elettronico (-3,9%). Tra i beni non alimentari, si registra una crescita tendenziale per tutti i gruppi di prodotti ad eccezione di dotazioni per informatica, telecomunicazioni e telefonia (-0,5%). Gli aumenti maggiori riguardano calzature, articoli in cuoio e da viaggio (+24,6%), mobili, articoli tessili, arredamento (+20,9%), abbigliamento e pellicceria (+20,5%), gioielleria e orologeria (+14%).

Caccia aperta agli orafi a Torino e in Piemonte – Ce lo rivela Laura Siviero nell’articolo pubblicato stamane sul L’Economia del Corriere Nord Ovest “Torino vale oro ma non sa formare i giovani orafi”. La domanda di formazione, esplosa nell’ultimo anno, mette a dura prova le agenzie formative. Per il 2023 si prevede una richiesta di inserimenti di 1.700 unità a fronte di 50 studenti formati l’anno dalla sola storica agenzia formativa dell’area metropolitana torinese, la Ghirardi. Tanto che le aziende vanno a cercare gli studenti in tutta Italia. «Con la pandemia —spiega Carlo Mora, presidente della Ghirardi — il settore si era fermato e nessuno di noi si aspettava una tale richiesta. Stiamo cercando di innovare i nostri laboratori e stimolare nuovi interessi per questo ambito. Abbiamo iniziato a lavorare a stretto contatto con le aziende per avere docenti distaccati dalle Academy aziendali e offrire profili più adeguati». La scuola ha partecipato a un bando regionale, stimolato da Unione Industriali, per le Academy di filiera con Biella. “Bisogna far rete con altre agenzie come quelle per la meccanica o la micromeccanica, in modo che ci sia una migrazione in questo settore. Oggi l’Eldorado è qui, non più all’estero”. Un vero e proprio distretto torinese dell’oro non c’è ancora, ma la Regione sta lavorando a un Cluster della Manifattura d’Eccellenza, che include il meglio della produzione piemontese di ogni settore, per promuoverlo a livello Internazionale e accedere ai fondi europei (FESR). “La manifattura d’eccellenza — dichiara Andrea Tronzano, assessore regionale allo sviluppo delle attività produttive— è quanto di meglio rappresenta la forza del mix produttivo piemontese, che va dalla pietra allo spazio, passando per l’oro, la rubinetteria, il tessile, il casalingo. Prossimamente incontreremo i corpi intermedi per immaginare un vero e proprio cluster della manifattura di eccellenza.” Il contributo delle singole imprese e delle associazioni sarà fondamentale. La Regione farà da regia con due obiettivi: accrescere la competitività delle imprese e fare marketing territoriale. Una ventina di anni fa gli orafi a Torino e provincia erano circa 1200, ora sono rimasti In 60. Gli artigiani del settore lavoravano per lo più con i gioiellieri: oggi le grandi commesse arrivano dalle maison. Secondo Fulvio Pertica, uno degli artigiani storici in Torino: “È difficile trovare manodopera, non è un lavoro per tutti. Devi stare seduto al banco molte ore, ci vogliono manualità, abnegazione e sacrificio. Spesso poi noi formiamo orafi che se ne vanno a lavorare nelle grandi aziende. E così l’artigianato ne soffre”.

Ridotti dal 2023 i rimborsi per investimenti pubblicitari – Cambia pelle la disciplina del tax credit per le spese sostenute da imprese, lavoratori autonomi ed enti non commerciali in campagne pubblicitarie. A decorrere dal 2023, il credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari sarà concesso nella misura unica del 75% calcolato sul valore incrementale degli investimenti effettuati esclusivamente sulla stampa. La nuova agevolazione: non spetta più per gli investimenti effettuati su emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali; è pari al 75% degli investimenti incrementali e non è più quindi calcolata sul complesso degli investimenti pubblicitari (come previsto per il 2020, 2021 e 2022); prevede un limite massimo di 30 milioni di euro l’anno per la concessione di tale credito di imposta.

Fisco: scadenza urgente di oggi – Conto alla rovescia per mettersi in regola con il fisco. C’è tempo, infatti, solo oggi per versare le rate della “Rottamazione-ter” e del “Saldo e stralcio” originariamente in scadenza nel 2020. Il termine è stato fissato tenendo conto dei giorni festivi e dei cinque giorni di tolleranza previsti rispetto alla scadenza del 30 aprile, prevista dal DI “Sostegni-ter” convertito.
OroArezzo verso la conclusione – Fino a domani, 10 maggio oltre 400 player dell’oreficeria non solo aretina presenti ad Oro Arezzo presentano le loro collezioni.

n. 83/2022 |APPUNTI DEL GIORNO| Lunedì 9 Maggio 2022 — S. Beato

leggi anche

n. 103/2022 |APPUNTI DEL GIORNO|

Prezzo dell’oro in lieve crescita sui mercati. 11 metallo con consegna immediata è pari a …

Powered by Rodolfo Bartucca