Home » In Primo Piano » TAR E DIAMANTI IN BANCA: SECONDO PUNTO A FAVORE DEI RISPARMIATORI

TAR E DIAMANTI IN BANCA: SECONDO PUNTO A FAVORE DEI RISPARMIATORI

15 novembre 2018 – Con cinque sentenze pubblicate ieri sul sito del Consiglio di Stato Tribunali Amministrativi Regionali i risparmiatori che si ritengono danneggiati nell’atto di acquisto di diamanti attraverso gli istituti bancari vedono un altro punto segnato a loro favore.

Il Tar Lazio, dopo quello Veneto, conferma le sanzioni inflitte lo scorso anno da AGCM, Autorità garante della Concorrenza e del Mercato alle società IDB (2 milioni), DPI-Diamond Private Investment (1 milione) e agli istituti bancari Unicredit (4 milioni), BPM (3,35 milioni), MPS (2 milioni), Banca Intesa (3 milioni) coinvolti nella vicenda dei cosiddetti “diamanti da investimento”.

Anche in questo caso e in via generale, i punti di scorrettezza riscontrati per le società venditrici riguardano anche: le informazioni ingannevoli e omissive diffuse attraverso il sito e il materiale promozionale in merito al prezzo di vendita dei diamanti, presentato come quotazione di mercato frutto di una rilevazione oggettiva pubblicata sui principali giornali economici; l’andamento del mercato dei diamanti, rappresentato in stabile e costante crescita; l’agevole liquidabilità e rivendibilità dei diamanti alle quotazioni indicate e con una tempistica certa; la qualifica dei professionisti come leader di mercato.

Per quanto riguarda le banche, l’Autorità ha, inoltre, accertato che gli Istituti di credito, utilizzando il materiale informativo predisposto da IDB e DPI, proponevano l’investimento a una specifica fascia della propria clientela interessata all’acquisto dei diamanti come un bene rifugio per diversificare i propri investimenti. Il Tar ha quindi confermato quanto rilevato nel provvedimento ovvero il fatto che l’investimento fosse proposto da parte del personale bancario e tale circostanza forniva ampia credibilità alle informazioni contenute nel materiale promozionale delle due società, portando molti consumatori all’acquisto senza effettuare ulteriori accertamenti.

Ecco i link per prendere visione delle sentenze:

N. 10968/2018 REG.PROV.COLL. N. 00330/2018 REG.RIC   N. 10969/2018 REG.PROV.COLL. N. 00263/2018 REG.RIC.

 

leggi anche

DIAMANTI NATURALI, DIAMANTI SINTETICI, ECC., ECC.

Roma, 26 giugno 2018  – Rumors e illazioni sulle nuove strategie di un colosso mondiale …

Powered by Rodolfo Bartucca