Home » appunti » n. 13/2024 |APPUNTI DEL GIORNO|

n. 13/2024 |APPUNTI DEL GIORNO|

Le quotazioni dell’oro continuano ad avere leggere oscillazioni. Il prezzo del lingotto con consegna immediata è di 2.014,625 dollari l’oncia, pari a 59,43 euro al grammo.

Partite IVA: oggi in Consiglio dei ministri – È considerato uno dei tasselli fondamentali della riforma fiscale del governo Meloni: il concordato biennale preventivo. Un patto tra Partite IVA e Fisco che permetterà, per chi lo accetta, di non ricevere accertamenti per un biennio. Sul tavolo del Consiglio dei ministri di oggi arriverà il testo definitivo del provvedimento, che non contempla la clausola che prevedeva un voto minimo, almeno 8, nelle pagelle fiscali per poter aderire al concordato, ed estende “il patto” a tutte le Partite IVA: i 2,5 milioni che già si trovano nel regime ISA, gli indici sintetici di affidabilità fiscale, e gli 1,7 milioni che invece sono nel cosiddetto regime forfettario, quello semplificato e tassato con l’aliquota piatta del 15 per cento. Nel nuovo testo del decreto attuativo della riforma resta invece il secondo paletto: quello di non avere debiti tributari pendenti per importi superiori a 5 mila euro.

A Vicenza si conferma la vitalità del nostro export orafo – VicenzaOro, lo abbiamo sottolineato a più riprese, ha sapientemente rappresentato l’espressione imprenditoriale di uno dei settori manifatturieri più significativi del nostro “Made in”. Una vetrina che non solo ha attirato l’intero comparto nelle sue più svariate declinazioni, ma ha rappresentato la cartina di tornasole per un settore ricco di vitalità, dopo un anno, almeno in termini di retail, senza infamia e senza lode, per la produzione che nel 2022, in attesa dei dati dell’anno appena passato, secondo i dati Banca Intesa e Club degli Orafi, ha visto l’Italia confermata prima esportatrice europea con 8,2 miliardi di euro e quinta a livello mondiale con una quota pari al 10,1%. Al di là dei numeri dei buyers internazionali che non hanno fatto mancare la loro presenza nei padiglioni, fra gli operatori dello stivale 4 su dieci hanno confermato il trend positivo che cresce complessivamente del 3,2% rispetto al 2023, con prevalenza di arrivi da Veneto, Lombardia, Toscana e Piemonte.  Interessante il dato relativo ai contatti media totali della fiera che hanno superato i 230 milioni lordi e le visualizzazioni degli operatori professionali dei profili espositori sulla piattaforma B2B The Jewellery Golden Cloud, che sono state circa 260.000 (+30% rispetto a VOJ23).
Il prossimo appuntamento con Vicenzaoro è già fissato dal 6 al 10 settembre 2024.

Swatch in leggera sofferenza – Profitti e dividendi inferiori alle stime per il 2023 di Swatch Group, il cui titolo riflette la pressione del mercato, evidenziando un -2,5% alla Borsa di Zurigo. Nel corso dell’anno, il gruppo elvetico ha registrato un fatturato netto di oltre 8,3 miliardi di euro, in aumento del 5,2% (+12,6% a cambi costanti). Nel solo 4° trimestre al netto delle fluttuazioni valutarie, le vendite hanno evidenziato un +8 per cento. Luca Solca, analista di Bernstein, ha spiegato come Swatch sia stato vittima della “moderazione della domanda dei consumatori” che ha colpito i “second level brands”.

Direttiva europea antiriciclaggio: sesta edizione – Raggiunto un nuovo accordo a livello europeo in materia di lotta al riciclaggio di denaro e al finanziamento del terrorismo. I testi approvati, congiuntamente concordati da Consiglio e Parlamento, sono la sesta direttiva antiriciclaggio e il regolamento europeo denominato “codice unico”. Le nuove norme stabiliscono i criteri per l’accesso alle informazioni sulla titolarità effettiva e conferiscono maggiori poteri alle UIF, le unità di informazione finanziaria dei singoli Stati membri. Inoltre, il codice unico fissa a 10mila euro il tetto massimo europeo per i pagamenti in contanti. Gli Stati membri potranno comunque imporre un limite più basso, una volta recepita la direttiva. Inoltre, è previsto che i soggetti obbligati dovranno identificare e verificare l’identità di una persona che effettua un’operazione occasionale in contanti compresa tra 3mila e 10mila euro.
Si ricorda che nel nostro Paese dal 1° gennaio 2023 il limite è fissato a 5.000 euro.

Pagamenti all’OAM – Dallo scorso 22 gennaio, è possibile effettuare tramite la piattaforma digitale “pagoPA” il versamento dei contributi e le altre somme dovute dalle attività di Compro Oro iscritte e dai richiedenti l’iscrizione negli Elenchi e Registri gestiti dall’OAM.

 Pomellato in cattedra – Anche il gruppo Pomellato scende in campo, uscendo dai propri laboratori per entrare in quelli scolastici, ovvero tra i banchi di scuola, per il sostegno del nuovo “modello 4+2” – 4 anni di istituto tecnico più 2 di ITS Academy. Due i corsi di oreficeria finanziati all’Istituto Galdus di Milano, in uno dei quali si insegna l’arte dell’incastonatura. Dal terzo anno del corso professionale ad affiancare i docenti curricolari arriva personale dell’azienda. A partire dal secondo anno studenti e studentesse lasciano l’aula per gli stage, stage che si rinnovano per i diplomati che proseguono gli studi all’ITS Academy Innovaprofessioni di Milano, nel corso tecnico di oreficeria. Un iter che ora dura sette anni e che con la riforma ne durerà sei. La nuova sfida è “ricollocare l’orafo in un mondo tecnologico, che utilizza la stampante 3D, il digitale, l’intelligenza artificiale. Ed è a scuola che possiamo crescere questa nuova generazione”. (Tratto dall’articolo di Maria Piera Ceci “L’arte dell’incastonatura s’impara già tra i banchi” pubblicato su Il Sole 24 Ore del 22 gennaio 2024)

n. 13/2024 |APPUNTI DEL GIORNO| Giovedì 25 Gennaio 2024 – Conversione di San Paolo

leggi anche

119/2024 |APPUNTI DEL GIORNO|

Avvio in rialzo per l’oro. Stamane la quotazione spot è pari a 70,52 euro al …

Powered by Rodolfo Bartucca