Home » appunti » 104/2024 |APPUNTI DEL GIORNO|

104/2024 |APPUNTI DEL GIORNO|

Il prezzo dell’oro scende ancora, avvicinandosi ai minimi di diverse settimane attestandosi in apertura dei mercati a 68,81 euro al grammo pari a 2303,09 dollari l’oncia.

Confcommercio: “Il Pil oltre l’1%” – “Dal 2019 creati 2,6 milioni di posti. Nel nostro Paese l’occupazione cresce grazie al terziario di mercato, cioè commercio, turismo, servizi, trasporti. Settori che, complessivamente, garantiscono oltre il 50% del totale degli occupati. Tuttavia, mancano 170mila lavoratori, soprattutto nel comparto turistico, per carenza di competenze specifiche. Dunque, servono più politiche attive, più formazione, per facilitare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro”. Così il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli sull’Osservatorio Terziario e Lavoro presentato ieri dall’Ufficio Studi della Confederazione, dal quale arriva conferma della stima del Pil 2024 a +0,9%. Ma il direttore Mariano Bella spiega anche che si tratta di “una previsione cauta, perché ci sono le condizioni per superare tranquillamente l’1%. Restano deboli, però, i consumi delle famiglie, a causa dell’inflazione e dell’incertezza che ha ridotto la capacità di risparmio delle famiglie e questo rappresenta «l’elemento di maggior preoccupazione»”. Tuttavia, le prospettive dovrebbero essere migliori. “Nel prosieguo dell’anno – aggiunge Bella – pensiamo che, grazie alla sconfitta dell’inflazione, dovremmo recuperare ulteriore potere d’acquisto sui salari e quindi migliorare i consumi. E poi la riduzione degli investimenti in costruzioni dovrebbe essere compensata da un’accelerazione sugli investimenti pubblici e privati derivanti dal Pnrr”.
Fari puntati, infine, sull’occupazione rosa, che in Italia fatica a imporsi. “Il Paese, ha sottolineato Mariano Bella, soffre di un ritardo strutturale riguardo alla partecipazione femminile al mercato del lavoro, il cui tasso di attività risulta dai nostri calcoli inferiore di oltre dodici punti rispetto alla media europea (49,3% contro 61,8%). Attenzione, però, perché l’incremento della partecipazione delle donne al mondo del lavoro costituisce la principale, se non l’unica, possibilità di crescita dell’Italia nel prossimo decennio”.

Mattarella in Confcommercio – Domani 12 giugno, alle 11:30, si terrà a Roma all’Auditorium della Conciliazione – alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella – l’Assemblea generale di Confcommercio. I lavori si apriranno con la relazione del presidente Carlo Sangalli e chiuderanno con l’intervento del ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso.

gioielloinarte” 2024 dedicato a Borromini – Venerdì 14 giugno, a Roma, alle ore 11:00, presso l’Università e Nobil Collegio degli Orefici di Roma in Via di S. Eligio, inaugurazione della mostra Gioielloinarte – Borromini e il linguaggio barocco. La mostra resterà aperta sino al 24 giugno.  Patrocinio, tra gli altri, anche di Federpreziosi Confcommercio.

Quanti conoscono le proprietà fisiche dell’oro?  – Prima tra tutte la duttilità, vale a dire la docilità con la quale si lascia ridurre, senza spezzarsi, in fili sottilissimi. Gli “esperti” affermano che con un grammo d’oro si è ottenuto un filo lungo oltre 3.500 metri (si avete letto bene!). Non meno spettacolare la sua malleabilità, termine derivato dal latino malleus, il martello con il quale si effettuava l’operazione della battitura. L’oro è trasformabile persino a freddo e senza frantumarsi in lamine sottilissime attraverso le quali si può quasi vedere in trasparenza. Tecnicamente è possibile battere un’oncia d’oro (31,1035 g) al punto da ottenerne un foglio con una superficie di 16 m2 (sigh!!) Altra caratteristica dell’oro è la sonorità. È utile soprattutto per un immediato controllo del contenuto aureo delle monete, perché l’assenza del suo tipico suono deve mettere in guardia contro falsificazioni. Piccoli aneddoti da inserire nel nostro storytelling quotidiano.

Mai visti tanti diamanti! – La produzione mondiale di diamanti nel 2023 è aumentata dell’1,3%, raggiungendo circa 120,2 milioni di carati, per un valore di 16,3 miliardi di dollari. Inoltre, il commercio mondiale di diamanti grezzi nel 2023 ha totalizzato 673 milioni di carati (Mct) per un valore pari a 93 miliardi di dollari. È un dato questo emerso nel corso degli ultimi appuntamenti del ‘diamond tour’ di Federpreziosi che ci ha incuriosito non poco tanto da andare a ricercare, in un tale contesto di forte crescita (e ampiamente remunerativo), quali Paesi sono maggiormente impegnati nell’estrazione di diamanti grezzi. In termini produttivi, stando ai dati della classifica per valore della produzione del Kimberly Process, il gradino più alto del podio non può che essere assegnato alla Russia nonostante il noto embargo che ben sappiamo viene aggirato con la triangolazione con l’India. Con quasi 42 milioni di carati estratti, si distanzia non poco rispetto al Botswana (che ne ha prodotti quasi la metà, 24,8 milioni di carati) e al Canada (che ne ha estratti, invece, 16,2 milioni). Bisogna tuttavia dire che, come per la maggior parte delle altre risorse scarse e preziose (petrolio, oro, uranio), la produzione di diamanti grezzi è distribuita in modo diseguale. Infatti, i primi 10 Paesi produttori di diamanti grezzi per peso rappresentano il 99,2% di tutti i diamanti grezzi estratti nel 2023.

104/2024 |APPUNTI DEL GIORNO| Martedì 11 Giugno 2024 – S. Barnaba apostolo

leggi anche

101/2024 |APPUNTI DEL GIORNO|

Leggerissimo rialzo per il metallo giallo sui mercati delle materie prime. Attualmente è quotato a …

Powered by Rodolfo Bartucca