Home » In Primo Piano » CORONAVIRUS: IL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE AQUILINO AI COLLEGHI

CORONAVIRUS: IL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE AQUILINO AI COLLEGHI

Cari amici, cari colleghi, abbiamo dovuto chiudere le nostre gioiellerie, una parte importante della nostra vita, in cui ognuno di noi ha riversato i propri sacrifici, le proprie speranze. Siamo a casa assieme ai nostri cari, vivendo il presente con il pensiero rivolto al domani. Un domani incerto, in cui dovremo mettere in campo le nostre capacità di fare impresa alla luce dei mutamenti che inevitabilmente ci coinvolgeranno e cambieranno profondamente il mercato. Mi auguro che questo domani non si faccia attendere: noi ce la stiamo mettendo tutta, con molti sacrifici che, sono certo, non saranno vani. Ma oggi stiamo vivendo il presente, un presente anch’esso incerto in cui noi tutti siamo inermi di fronte a un virus implacabile che molto spesso, troppo spesso, non lascia scampo. Una vera e propria emergenza che il nostro sistema sanitario con forza, dedizione e impareggiabile impegno nel proprio lavoro sta cercando di arginare malgrado le deficienze strutturali che tutti conosciamo. Oggi è questa la prima emergenza da affrontare se vogliamo evitare il propagarsi della pandemia ed arginare per quanto possibile le per altro inevitabili ripercussioni del protrarsi di una situazione che sta bloccando metà del Paese. E questo, ritengo, abbia fatto il Governo in un provvedimento urgente che richiede sacrifici oggi, domani e dopodomani. Le nostre imprese e l’intero il sistema economico stanno soffrendo, ma prima di tutto va tutelata la nostra salute, quella dei nostri concittadini. Solo così può ripartire la nostra grande Italia. L’amico Pierluigi Ascani, che tutti voi conoscete , in una riflessione ad alta voce ha voluto sottolineare come il #restiamoacasa può rappresentare una opportunità: “Approfittiamo di questi momenti obbligati considerandoli una ‘pausa di riflessione’, ancorché obbligata. Pensiamo con un sorriso e tanta voglia di ricominciare al nostro domani, al domani di tutti, all’avvenire che ci attende. Avremo tanto da ricostruire, ma abbiamo anche spalle larghe e mani forti per farlo. Questo momento passerà, il dopo sarà più difficile, ma sarà l’alba di un nuovo giorno, un giorno senza male, lo attendiamo come la sentinella attende l’aurora, e sarà bellezza, grazia, colori.” Grazie amici, grazie colleghi. Ora pensiamo a costruire il futuro…assieme.

#avantitutta #federpreziosi Giuseppe Aquilino

leggi anche

SIAMO IN STAND BY MA E’ SOLO QUESTIONE DI TEMPO ANCHE ASSOROLOGI AL LAVORO PER LA RIPRESA

Roma, 24 Marzo 2020 – «I dati che emergono sono certamente interessanti e mostrano un …

Powered by Rodolfo Bartucca