Home » appunti » n. 213/2022 |APPUNTI DEL GIORNO|

n. 213/2022 |APPUNTI DEL GIORNO|

Quotazioni dell’oro in leggero rialzo mercati delle materie prime: quotazione spot 1819 dollari l’oncia pari a 54,92 al g. mentre il metallo prezioso con consegna a febbraio viene scambiato a 1.814 dollari l’oncia in rialzo dello 0,3%.

Legge di bilancio – Oggi ritorno in Commissione Bilancio alla Camera. Subito dopo l’approdo in Aula per la discussione generale in vista del voto di fiducia per l’approdo domani alla Camera. Un percorso parlamentare che si è rivelato parecchio accidentato, che ha utilizzato tutti gli strettissimi tempi a disposizione, ma non ha cambiato l’architettura generale di una manovra che per due terzi resta destinata alle misure per combattere la corsa dei prezzi generata dal caro-energia.

POS: molto rumore per nulla – Come in una commedia shakespeariana, molto rumore, molte parole per non dire, per non approdare a nulla. Dopo giorni di polemiche e scontri è stata cancellata dalla manovra finanziaria la norma che eliminava le multe per gli esercenti che rifiutavano di utilizzare il Pos sotto i 60 euro. Restano dunque le sanzioni. Rimane confermato invece l’aumento della soglia del contante da mille a cinquemila euro. Arriva però il ristoro per la cancellazione della norma sul Pos. Per trovare soluzioni per mitigare i costi delle transazioni elettroniche fino a 30 euro a carico degli esercenti arriva un tavolo permanente tra le categorie interessate. Tuttavia, qualora non arrivi ad un «livello dei costi equo e trasparente» scatta per i prestatori dei servizi di pagamenti e le banche un «contributo straordinario» destinato a misure per contenere l’incidenza dei costi a carico degli esercenti. Lo prevede un emendamento bipartisan alla manovra approvato in Commissione Bilancio alla Camera.

Prometeia fiduciosa sulla crisi energetica – Buone notizie: i rischi sono tanti, il percorso è una volta ancora stretto, ma l’economia italiana potrebbe uscire dalla crisi energetica tenendo il ritmo delle altre maggiori economie dell’area euro, dopo aver mostrato una resilienza perfino superiore nel post pandemia, come mai era avvenuto negli ultimi 25 anni. Lo afferma Prometeia che rivede infatti al rialzo le stima di crescita per il 2022 a +3.9% contro il +3.4% di settembre. E anche per il 2023, nonostante le molte sfide, la previsione viene comunque migliorata a +0.4% — più in alto della media dell’Eurozona — dal precedente +0.1%.

Quando le donne lo vogliono… – Simpatico siparietto quello messo in scena all’ombra del Colosseo da una moglie desiderosa di entrare in possesso di un bell’anello visto in una sfavillante vetrina di una delle nostre gioiellerie . “So che lui — il marito o chi ne fa le veci – non spenderà mai quella cifra, ma io voglio quel gioiello”, racconta la donna al proprio gioielliere. “Tu digli che costa la metà – dice al sempre più attonito gioielliere – poi il resto te lo do io”. E il marito, evidentemente conosciuto, dopo qualche giorno fa capolino in negozio e acquista ignaro l’anello a metà prezzo. Possiamo definirlo marketing strategico per incentivare gli acquisti. Intanto, per i più scettici o per coloro che storceranno il naso, il fatto pare essere veritiero secondo quanto riporta il quotidiano capitolino II Messaggero sul proprio sito.

Nuovi record per l’orologeria svizzera – Lo abbiamo sottolineato proprio nei giorni scorsi: il settore orologiero Swiss made negli ultimi mesi è stato caratterizzato da una crescita in positivo per numero di segnatempo esportati tanto da avere ripercussioni “positive” sul livello occupazionale sulla piazza elvetica. A fine settembre, secondo l’associazione dei datori di lavoro del comparto, la manodopera è tornata ai livelli degli anni Settanta, con oltre 60.000 lavoratori: il 6% in più di un anno fa. Una soglia che non veniva superata da 50 anni a questa parte. Dal 1970 al 1988 l’organico totale era sceso da 90.000 a 30.000 persone. Segnali positivi che lasciano ben sperare per il futuro del comparto.

Le anticipazioni degli espositori a Vicenzaoro (VOJ) – Saranno oltre 1200 brand espositori provenienti da 33 Paesi, dall’Europa all’Asia a presentare la propria produzione, oltre a tutte le novità del Made in Italy e il meglio del design internazionale. Non mancheranno le anteprime dei top brand, tra nuovi arrivi e attese conferme. La manifestazione aprirà i battenti il 20 gennaio, in contemporanea al salone internazionale delle tecnologie e dei macchinari per l’oreficeria T.Gold e al marketplace dedicato all’orologeria e alla gioielleria vintage di pregio VO Vintage. A dettare le tendenze saranno le creazioni della community ICON , insieme alla gioielleria contemporanea della community LOOK e alle proposte di The Design Room. Sino al 24 gennaio.

…e quelle di Federpreziosi – Anticipiamo i titoli degli incontri organizzati da Federpreziosi e dal Gruppo Giovani Federpreziosi nell’ambito dei Retail Talk che avranno luogo nel corso della mattinata di lunedì 23 gennaio a Vicenzaoro.
> Addio vecchi dogmi, benvenuti nuovi paradigmi – Vivere e non sopravvivere nel cambiamento
> Vendere su Amazon: il gioco vale la candela?

n. 213/2022 |APPUNTI DEL GIORNO| Giovedì 22 Dicembre 2022 — S. Flaviano

leggi anche

n. 210/2022 |APPUNTI DEL GIORNO|

Prezzo dell’oro poco mosso questa mattina sui mercati delle materie prime: il metallo prezioso con …

Powered by Rodolfo Bartucca